Come scegliere audio per sala di videoconferenza

L’audio nella videoconferenza adempie ad una funzione molto importante: ci permette di trasmettere le nostre informazioni ad un altro interlocutore in modo chiaro, con l’utilizzo della nostra voce.

 

Ci sono due aspetti che bisogna affrontare quando si parla dell’audio in una sala di videoconferenza: i microfoni e le casse audio. Qui di seguito ti dimostrerò che non è affatto semplice capire e destreggiarsi tra i numerosi modelli sul mercato.

Com’è fatta la tua sala?

Presta attenzione a ciò che vorresti e a ciò che potresti. Valuta bene le tue esigenze.

Il primo punto che si deve affrontare è la posizione: dove sarà collocata la tua sala di videoconferenza? Quanto sarà grande?

Poniamo il caso di aver scelto una stanza di circa trenta metri quadrati. Purtroppo non basta avere unicamente questo dato per creare un piccolo preventivo, bisogna misurare anche l’altezza del soffitto. Conta molto la dimensione dell’aula: maggiore è la larghezza e l’altezza della stanza e maggiore è l’eco!

Guarda anche le pareti, per esempio la forma e il materiale. Il suono rimbalza in modo lineare per una stanza rettangolare, ma in modo irregolare se si è in un’aula ovale. In quest’ultimo caso servirebbe dedicare una mezz’ora per uno studio sulla rifrazione del suono dell’aula, così da essere certi che il suono si propaghi verso le persone sedute al tavolo.

Il materiale delle pareti può condizionare leggermente l’acustica: secondo la Paroc, azienda specializzata nell’acustica di grandi ditte, una finestra assorbe più decibel di una parete in cemento!

Per la nostra sala da trenta mq, a forma rettangolare e con pareti in cartongesso, metteremo un tavolo grande al centro con un microfono circolare in mezzo, cosicché tutti possano parlare liberamente. Le casse audio saranno ai quattro angoli e bisognerebbe comunque valutare se installare dei pannelli fonoassorbenti.

Qual è il tuo budget?

Dopo aver individuato le caratteristiche della sala, ricordiamoci del nostro budget a disposizione. Se i tuoi bisogni si limitano ad una conferenza di massimo due o tre persone una volta ogni tanto, allora potresti utilizzare la webcam e il microfono del computer o questa webcam Logitech con microfono integrato.

Queste periferiche possono anche arrivare a prezzi molto alti: se vuoi preferire la qualità, potresti scegliere un microfono della Shue, Sennheiser, Yamaha o Philips; per le casse audio dovresti andare sulle Bose, Philips o Yamaha. Se desideri il massimo del design, oltre all’eccellente qualità audio in entrata e in uscita, i nostri esperti consigliano le Bang & Olufsen.

Qual è la tua sala ideale?

Una volta che si ha un’idea di spesa disponibile, bisogna anche decidere come dovrà apparire l’aula. La tua sala è utilizzabile solo per uso interno? C’è la possibilità che dei clienti ti chiedano di usarla? Sei una piccola impresa che si interfaccia per la prima volta nella videoconferenza o sei una grande azienda che deve creare delle sale di rappresentanza? Leggi il nostro articolo sulla progettazione di una sala di videoconferenza.

Per esempio siamo una piccola impresa che vende orologi d’alta qualità, automatici e personalizzabili. Decidiamo di facilitarci il lavoro utilizzando la videoconferenza: ci interfacceremo con i nostri clienti da tutto il mondo, ascolteremo le loro richieste e mostreremo i nostri campioni sul loro schermo. La grandezza dell’aula precedente andrà bene: basterà un solo grande monitor con una telecamera sopra e un tavolo ovale con al centro un microfono circolare.

Dopo una veloce analisi, ci rendiamo conto che il nostro canale di vendita principale è il web, il target di riferimento è medio-alto e l’immagine aziendale ha alcuni riferimenti al mondo del lusso. Non potremmo mai far vedere fili a penzoloni durante una videochiamata di lavoro, rischieremmo di perdere futuri clienti. Di conseguenza dovremmo far rivestire le pareti e il soffitto con il cartongesso per nascondere i fili e magari incassare le casse audio per non farle sporgere troppo. Come piccola chicca per chi vedrà la nostra sala, potremmo mettere un microfono ceiling a goccia: un filo che scende dal soffitto e termina con il microfono a forma di una pallina da golf.

 

Le possibilità sono davvero tante, così come gli abbinamenti tra le varie periferiche. Sei ancora incerto sugli elementi audio da comprare? Contatta subito e senza impegno un nostro esperto per una risposta in meno di 24 ore.